Home  |  Sala Stampa  |  Notizie  |  Per i lavoratori altamente qualificati arriva la 'Carta Blu Ue'

Notizie

Immigrazione

25.07.2012

Per i lavoratori altamente qualificati arriva la 'Carta Blu Ue'

Dall'8 agosto nuova normativa per l'ingresso di lavoratori specializzati, anche al di fuori delle quote e dei periodi stabiliti con i decreti flussi

Gli stranieri che sono in possesso di un titolo di istruzione superiore almeno triennale, rilasciato dall’ autorità competente nel Paese dove è stato conseguito, e della relativa qualifica professionale superiore riconosciuta in Italia nonché dei requisiti previsti dal decreto legislativo 6 novembre 2007, n. 206, limitatamente all'esercizio di professioni regolamentate, potranno beneficiare di una nuova normativa che li definisce altamente qualificati.

Dall’8 agosto, per loro, non ci sarà bisognodi attendere i decreti flussi e rientrare nelle quote previste per il Paese di provenienza per entrare nel nostro Paese, ma potranno ricevere un nuovo permesso di soggiorno denominato Carta blu Ue.

Il questore può autorizzarli a svolgere attività professionali dopo aver stipulato un contratto di lavoro almeno annuale. Il permesso ha una validità biennale, nel caso di contratto a tempo indeterminato, altrimenti avrà la stessa durata del rapporto di lavoro. In caso di contratto a tempo determinato, la validità del permesso coincide con la durata del rapporto di lavoro più tre mesi ulteriori.

Divieto assoluto per i primi due anni a svolgere attività lavorative diverse da quelle ‘altamente qualificate’, mentre i cambiamenti di datore di lavoro devono essere autorizzati dalle competenti Direzioni Territoriali del Lavoro.

Le novità sono state introdotte dal decreto legislativo n. 108 del 28 giugno 2012, che dà attuazione alla direttiva 2009/50/CE sulle condizioni di ingresso e soggiorno di cittadini di Paesi terzi che intendono svolgere lavori altamente qualificati, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 171 del 24 luglio 2012.