Home  |  Sala Stampa  |  Notizie  |  Esplosione in un appartamento a Montalbano Elicona (Me)

Notizie

Vigili del Fuoco

17.02.2003

Esplosione in un appartamento a Montalbano Elicona (Me)

Un Vigile del Fuoco fuori servizio ha tentato invano di soccorrere due bambine

Una famiglia di Montalbano Elicona, un piccolo centro in provincia di Messina, è rimasta sconvolta da un'esplosione che ha trasformato l'abitazione in una trappola mortale: due bambine di 4 e 8 anni sono rimaste soffocate dal fumo, il padre è ancora ricoverato in gravissime condizioni per le ustioni riportate in tutto il corpo. Soltanto la madre e la figlia più piccola di due anni, che teneva tra le braccia, sono riuscite a mettersi in salvo raggiungendo il balcone per chiedere soccorso e salendo su una scala posizionata dai vicini.
L'esplosione, avvenuta la sera del 15 febbraio e probabilmente causata da una stufa a gas difettosa, ha inizialmente investito l'uomo in pieno; l'incendio si è poi propagato rapidamente a mobili e suppellettili della casa che sono andate immediatamente in fiamme, generando una notevole quantità di fumo.
Le due bambine, Rossella e Katia, che avevano tentato di nascondersi sotto il letto della loro cameretta sperando di trovarvi rifugio, sono rimaste soffocate dal fumo.
Angelo Casella, capo squadra dei Vigili del Fuoco di Sant'Agata di Militello, avvertito dalla moglie, è stato il primo a giungere sul luogo della tragedia, sebbene non in servizio.
Sprovvisto di attrezzature e di tuta antincendio il vigile si è comunque attivato immediatamente per soccorrere i suoi compaesani e, dopo essersi cosparso d'acqua, ha allontanato una bombola del gas ormai rovente e si è precipitato tra le fiamme più volte per tentare di soccorrere le bambine che è riuscito infine a tirare fuori, purtroppo ormai troppo tardi per loro.