Home  |  Servizi al Cittadino  |  Le Circolari  |  Circolari - Innovazione e benessere organizzativo  |  Circolare del 18 ottobre 2004
Legislazione
 
Circolari - Innovazione e benessere organizzativo

Circolare del 18 ottobre 2004

  

GABINETTO DEL MINISTRO

 Prot.n.15006/1/6

 Roma, 18 ottobre 2004

Al Capo Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali SEDE

Al Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile SEDE

Al Prefetto di Torino SEDE

e, p.c.
Al Capo della Polizia -Direttore Generale della Pubblica Sicurezza SEDE

Al Capo Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione SEDE

Al Direttore dell’Ufficio per gli Affari Legislativi e le Relazioni Parlamentari SEDE

Al Presidente del Collegio del Servizio di Controllo Interno SEDE

OGGETTO: Direttiva del Ministro della Funzione Pubblica del 24 marzo 2004, concernente “Misure finalizzate al miglioramento del benessere organizzativo nelle pubbliche amministrazioni”. Attività del Laboratorio di Sociologia del Ministero dell’Interno in programma per il 2005. Integrazione con nuove unità di personale specializzato.

Nel fare seguito all’allegato provvedimento del 23 dicembre 2003, comunico lo svolgimento delle attività da parte del Laboratorio di Sociologia del Ministero dell’Interno per l’anno 2005:

1) consulenza e supporto metodologico ed operativo in via ordinaria a tutti i Dipartimenti del Ministero, gli Uffici di diretta collaborazione, le Prefetture-Uffici Territoriali di Governo, le Questure, gli altri uffici dell’Amministrazione ed i gruppi di lavoro con il compito di dare attuazione a programmi e progetti di contenuto innovativo, ovvero di disimpegnare attribuzioni di contenuto innovativo che richiedano l’apporto di competenze di carattere specialistico nel campo sociologico e della ricerca sociale;

2) analisi ed interpretazione sociologica dei dati ed estensione del rapporto di ricerca relativo all’indagine di customer satisfaction sui servizi erogati dal portale del Ministero dell’Interno svolta dal “Cantiere di Innovazione sulla Customer Satisfaction” del Programma “Cantieri” del Ministero dell’Interno nel corrente anno;

3) elaborazione di proposte operative in merito alla possibile sperimentazione, nell’ambito degli uffici dell’Amministrazione dell’Interno, della C.A.F.-Common Assessment Framework, specifica metodologia del tipo E.F.Q.M. per la misurazione della qualità nelle organizzazioni pubbliche adottata nell’ambito dell’Unione Europea.
E’ inoltre prevista la collaborazione del Laboratorio di Sociologia con i gruppi di lavoro del Cantiere d’Innovazione sul Benessere Organizzativo del Ministero dell’Interno nello svolgimento delle seguenti attività di ricerca sociale applicata:

a. ricerca sociale di tipo qualitativo e costruzione dei percorsi di intervento sul clima organizzativo nell’ambito del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, della Difesa Civile e del Soccorso Pubblico, a fronte degli esiti della ricerca sociale di tipo quantitativo ivi realizzata dal “Cantiere d’Innovazione sul Benessere Organizzativo” del Ministero dell’Interno nel corrente anno;

b. ricerca sociale di tipo qualitativo e costruzione dei percorsi di intervento sul clima organizzativo nell’ambito dell’Ufficio Affari Legislativi e Relazioni Parlamentari, a fronte degli esiti delle ricerca sociale di tipo quantitativo ivi realizzata dal “Laboratorio sul Benessere Organizzativo” del Programma “Cantieri” del Dipartimento della Funzione Pubblica nell’edizione 2002-2003;

c. ricerca sociale di tipo qualitativo e costruzione dei percorsi di intervento sul clima organizzativo nell’ambito delle Direzioni Centrali dei Servizi Civili per l’Immigrazione e l’Asilo e delle Politiche dell’Immigrazione e dell’Asilo del Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione a fronte degli esiti delle ricerca sociale di tipo quantitativo ivi realizzata dal “Laboratorio sul Benessere Organizzativo” del Programma “Cantieri” del Dipartimento della Funzione Pubblica nell’edizione 2002-2003;

d. ricerche sociali di tipo quantitativo su clima e benessere organizzativo, con la metodologia già sperimentata, nell’ambito delle Prefetture-Uffici Territoriali di Governo dell’Aquila, di Napoli, di Perugia e di Viterbo, ed eventualmente di altre Prefetture-U.T.G. che manifestino il loro interesse in tal senso.

Al fine di consentire lo svolgimento delle predette attività, reputo opportuna l’integrazione del Laboratorio di Sociologia con il seguente personale, individuato sulla base delle specifiche conoscenze e competenze professionali richieste:

• Dott.ssa Patrizia BIANCHI e Dott.ssa Veronica MAIOLINO, Direttori di Organizzazione C3, sociologhe, in servizio presso il Dipartimento Affari Interni e Territoriali;

• Dott.ssa Maria Caterina GENTILE ALLOIS, Direttore di Servizio Sociale C3, sociologa e pedagogista, in servizio presso la Prefettura-U.T.G. di Torino;

• Dott.ssa Maria Grazia ADAMO, Collaboratore Informatico C1, sociologa, in servizio presso il Dipartimento Affari Interni e Territoriali;

• Sig.ra Laura ADAMO, Ispettore Amministrativo Contabile C1, laureanda in sociologia, in servizio presso il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, della Difesa Civile e del Soccorso Pubblico;

• Dott. Francesco TERREVOLI e Dott. Claudio CIPPITELLI, Assistenti Amministrativi B3, sociologi, in servizio presso il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, della Difesa Civile e del Soccorso Pubblico.

Il coordinamento e la responsabilità delle attività del Laboratorio di Sociologia sono attribuiti al Dott. Stefano SCARCELLA PRANDSTRALLER, Viceprefetto Aggiunto, in servizio presso il Gabinetto.

Rappresento che l’impegno del personale segnalato consisterà prevalentemente in riunioni periodiche, lavori di gruppo e altre attività saltuarie, che saranno svolte in modo da incidere il meno possibile sulla continuità delle ordinarie attività istituzionali.
Considerata la particolare rilevanza di quanto richiesto al Laboratorio di Sociologia prego le SS.LL. di consentire agli interessati di poter partecipare alle attività del predetto Laboratorio.
Ringrazio, confidando nella consueta e gradita collaborazione.

IL CAPO DI GABINETTO
(Carlo Mosca)

 

GABINETTO DEL MINISTRO