Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Home  |  Immigrazione  |  Fondo Europeo per le Frontiere Esterne 2007/2013

Fondo Europeo per le Frontiere Esterne 2007/2013

Il Fondo europeo per le Frontiere esterne per il periodo 2007/2013, nell’ambito del Programma Solidarity and Management of Migration Flows, è stato formalmente istituito con Decisione n.574/2007/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 maggio 2007.

Gli obiettivi generali del Fondo

Ai sensi dell’art. 3 della Decisione n.574/2007/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 maggio 2007, il Fondo contribuisce ai seguenti obiettivi:

  • organizzazione efficiente dell’attività di controllo e di sorveglianza delle frontiere esterne;
  • gestione efficiente, da parte degli Stati membri, dei flussi di persone alle frontiere esterne, in modo da assicurare, da un lato, un elevato livello di protezione lungo quelle frontiere e, dall’altro, l’attraversamento senza problemi delle frontiere esterne conformemente all’acquis di Schengen e ai principi di trattamento rispettoso e dignità;
  • applicazione uniforme, da parte degli operatori di frontiera, della normativa comunitaria sull’attraversamento delle frontiere esterne, in particolare del regolamento (CE) n. 562/2006;
  • miglioramento della gestione delle attività organizzate dai servizi consolari e da altri servizi degli Stati membri nei Paesi terzi, in relazione ai flussi di cittadini di Paesi terzi verso il territorio degli Stati membri e alla cooperazione tra Stati membri al riguardo.

La gestione del Fondo

Il contributo finanziario offerto dal Fondo assume la forma di sovvenzione e prevede il cofinanziamento da parte dello Stato membro che ne fruisce.
La gestione del Fondo si impernia su una programmazione pluriennale, articolata sugli orientamenti strategici, adottati dalla Commissione, che definiscono il quadro d’intervento del Fondo, e una programmazione annuale con cui si prospettano le azioni che si intende realizzare e i relativi costi.
Il Programma pluriennale ed i programmi annuali sono sottoposti all’approvazione della Commissione europea.

L'architettura del sistema di gestione del Fondo

La decisione n. 574/2007/CE indica i criteri per l’organizzazione dei sistemi di gestione e di controllo, nonché le norme di gestione amministrativa e finanziaria dei progetti che fruiscono del co-finanziamento del Fondo. La decisione n. 456/2008/CE contiene le modalità di applicazione della Decisione istitutiva del Fondo.

La struttura organizzativa prevede l’istituzione di tre Autorità: l’Autorità responsabile, l’Autorità di certificazione e l’Autorità di audit.

Il Ministro pro tempore, con proprio decreto del 31 dicembre 2012, ha nominato l’Autorità responsabile - un prefetto incardinato nel dipartimento di Pubblica Sicurezza - nonché l’Autorità di certificazione – il direttore centrale per i Servizi di Ragioneria pro tempore dello stesso dipartimento. Quest’ultimo, nel rispetto della decisione 574/2007/CE (articolo 27, lettera d) ha individuato quale Autorità delegata il direttore del Servizio Gestioni contabili della stessa direzione centrale.

L’Autorità di audit è individuata nel direttore centrale per le Risorse finanziarie e strumentali pro tempore, il quale, nel rispetto della decisione 574/2007/CE (articolo 27, lettera d) ha individuato come Autorità delegata il direttore dell’Ufficio I 'Coordinamento, analisi economicofinanziarie e controllo di gestione' della stessa direzione centrale.

Il Programma annuale 2013 è stato approvato con la Decisione n. C(2013) 9229 final del 12 dicembre 2013.
Il Programma annuale 2012 è stato approvato con la decisione n. C(2012) 4919 del 17 luglio 2012 ed è in corso la sua revisione.
Il Programma annuale 2011 è stato approvato con la decisione n. C(2011) 5378 del 5 maggio 2011 e revisionato con la decisione n. C(2013) 5165 dell’1 agosto 2013.
Il Programma annuale 2010 è stato approvato con la decisione n. C(2010) 8754 del 2 dicembre 2010, mentre la sua revisione è stata approvata con la decisione n. C(2012) 4252 del 27 giugno 2012.
Il Programma annuale 2009 è stato approvato con la decisione n. C(2009) 5435 del 3 luglio 2009 e revisionato con la decisione n. C(2010) 8754 del 2 dicembre 2010.
La Commissione europea con la decisione n. C(2008)7932 del 10 dicembre 2008 ha approvato formalmente il Programma pluriennale 2007/2013 e i Programmi annuali 2007 e 2008.

In particolare, per singole annualità, la dotazione complessiva del Fondo ha previsto i seguenti importi:
- per il 2013: € 169.266.440,00;
- per il 2012: € 105.575.880,00;
- per il 2011: € 63.824.872,85;
- per il 2010: € 39.739.477,60;
- per il 2009: € 34.875.725,86;
- per il 2008: € 33.636.388,46;
- per il 2007: € 48.847.329,64.

I Beneficiari del Fondo sono:
- Polizia di Stato;
- Guardia di Finanza;
- Marina Militare;
- Capitanerie di Porto;
- Ministero degli Affari Esteri.

Fonte: dipartimento della Pubblica Sicurezza
Ultimo aggiornamento: 12.3.2014


Icona Invia | Invia Icona Stampa | Stampa RSS | RSS
Ministero dell'Interno