Home  |  Sala Stampa  |  Interventi e interviste  |  Santa Barbara 2004: intervento del Prefetto Mario Morcone, Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile

Interventi e interviste

Interventi - Altre

04.12.2004

Santa Barbara 2004: intervento del Prefetto Mario Morcone, Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile



  Santa Barbara per un disegno imperscrutabile scandisce i compleanni del nostro Dipartimento; quest'anno si compie il terzo, speso, anche questo, tutto nel progetto di essere più forti, più presenti, più riconoscibili e più vicini ai cittadini.
 55.424 anziani ospiti in 700 sedi operative, 936 articoli di stampa e 546 passaggi radio televisivi, sono solo alcuni dati che testimoniano un successo straordinario sul quale non abbiamo voluto calcare la mano, perché siamo contenti così: consapevoli dello straordinario valore del nostro impegno, radicati nel cuore della gente comune.
 Questa è stata la nostra festa, questa è la nostra festa ogni giorno a fianco dei più deboli, a fianco di chi è in difficoltà o ha bisogno di aiuto.
 Per questo sono molto orgoglioso dell'incarico che mi è stato affidato  e  che  svolgo  da  tre  anni  e  molto  grato  a  chi mi ha consentito di vivere questa straordinaria avventura professionale.
 Ed allora qualche risultato possiamo sventolarlo anche quest'anno.
 Un nuovo regolamento più moderno e più adeguato per i nostri vigili volontari ai quali va il mio saluto e la mia ammirazione; la difficile fase della riqualificazione professionale, sulla cui conclusione entro i tempi previsti non avrebbe scommesso nessuno; il radicamento della nostra rivista professionale, che crescerà ancora di più in diffusione e qualità; la disponibilità operativa di un sistema di comunicazione  satellitare che ci fa sentire più vicini, anche oggi, giornata della nostra Patrona.

O O O O O

Forse però  i temi che ci toccano di più e sui quali le aspettative    sono   forti   e   giuste,  ed   è  doveroso   da    parte dell'Amministrazione darvi  una risposta qualificata, riguardano più strettamente gli aspetti contrattuali.
  La chiusura, in tempi rapidissimi, di una serie di accordi integrativi  sia  per  il personale operativo che per gli specialisti
è il frutto di un rinnovato ed autentico clima di dialogo e di rispetto reciproco con i rappresentanti dei lavoratori, a cui va il sincero ringraziamento per la responsabile, serena azione di difesa della categoria.
 E più ancora, a mio avviso, l'approvazione del disegno di legge delega per la istituzione di un autonomo comparto di negoziazione in regime di diritto pubblico, per il quale è prevista l'adozione di uno o più decreti legislativi.
 Quest'ultimo argomento, sul quale pure rimane vivo un dibattito di favorevoli e contrari, è oggi forse il motivo di maggiore interesse.
 L' Amministrazione ha inteso, con la diffusione delle prime proposte e bozze di normativa delegata, aprire un confronto    autentico    e   trasparente     per   dare   concretezza all'impegno di non voler fare nulla contro la volontà dei lavoratori dei Vigili del Fuoco, ma tutto assieme a loro.
 E sul tema della prevenzione incendi, il decreto legislativo d'iniziativa del Ministro del Lavoro, che è in fase di approvazione in sede governativa, ribadisce e rende ancora più chiare ruolo e competenze del Corpo Nazionale in materia di prevenzione incendi e decreto legislativo 626.
 Se non bastasse, varrà la pena di ricordare che è stato di recente approvato un nuovo D.P.R. che, semplificando in parte le procedure, conferma il ruolo dei Vigili del Fuoco in materia di rilascio del certificato di prevenzione incendi.
 Da ultimo, una definitiva ricognizione che include le ultime tre Direzioni Regionali istituite, fornisce una fotografia finalmente chiara di numeri, qualifiche e figure professionali e sistematizza una fase storica e contrattuale un po' convulsa.

O O O O O

 Tutto questo ed altro ancora mentre tante piccole, grandi emergenze hanno visto impegnati i nostri Vigili da Sassari, il primo di gennaio, per l'incendio di una nave adibita a trasporto
di carburante, sino al terremoto a Brescia il 24 di novembre, dove si sta celebrando presso il campo base, realizzato a Salò, la tradizionale Messa di Santa Barbara.
 Un salto professionale importante lo abbiamo realizzato nel settore della formazione NBCR e con lo sviluppo sul territorio di tante qualificatissime esercitazioni, come non se ne erano viste prima.
 Un rapporto rinnovato ed inteso con le Forze Armate e con i colleghi delle Forze di Polizia per concorrere in maniera più efficace  alla sicurezza dei nostri cittadini.
 Intese forti, dal profondo significato politico oltre che dal risvolto operativo concreto, con il 118 della Regione Veneto, con l'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per i Servizi Tecnici e con la Croce Rossa Italiana.

 Uno dei nostri ci saluta dall'Antartide mentre partecipa ad una missione di ricerca che ci vedrà sempre più protagonisti negli anni prossimi venturi.

O O O O O

 Tutto questo ho scritto per Lei Signor Comandante,  per i nostri Vigili in servizio, ma anche per i tanti cosiddetti a riposo che però restano parte integrante della nostra famiglia.
 Tutto questo  ho scritto per i tanti Picariello che ci hanno rimesso una parte di sé, in questo che ci ostiniamo, con normalità, a chiamare lavoro, e per Paolo Cesaretti, Agostino Del Magno ed Emilio De Matteo, che stanno partecipando con Noi a questa festa, in quel distaccamento un po' speciale che è la nostra sede di servizio di maggiore onore.