Home  |  Sala Stampa  |  Notizie  |  Decreto flussi: il 21 dicembre terzo click day riservato alle restanti tipologie di lavori e nazionalità e alla conversione dei permessi di soggiorno

Notizie

Immigrazione

21.12.2007

Decreto flussi: il 21 dicembre terzo click day riservato alle restanti tipologie di lavori e nazionalità e alla conversione dei permessi di soggiorno

Dal 15 dicembre presentate 664.215 domande. 403.013 il primo giorno, 140.526 il secondo e 120.676 il terzo

Decreto flussi 2007, click day

Terzo e ultimo click day - nell’ambito della nuova procedura telematica - per l’invio delle domande di assunzione di lavoratori extracomunitari non stagionali.

L’inoltro delle domande in formato digitale dovrà essere effettuato a partire dalle ore 8.00 del 21 dicembre. Potranno essere inviate le domande relative alle restanti tipologie di lavori e nazionalità - non previste per il 15 ed il 18 dicembre - nonché tutte le domande di conversione dei permessi di soggiorno di qualsiasi nazionalità.

Dai primi dati forniti dal Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione risulta che:

  • La prima domanda è stata accettata dal sistema alle 8 e 051 millesimi;
  • Dopo 30 minuti le domande accettate sono state 46.185;
  • La banda di trasmissione occupata alle ore 8, momento di maggiori connessioni contemporanee, è stata di 18 mega sui 100 disponibili.

Dal 15 alle ore 15.00 del 24 dicembre sono state presentate 664.215 domande. Per il primo gruppo, "nazioni con cui ci sono stati accordi bilaterali in tema d’immigrazione", sono 403.013. Per il secondo gruppo "colf e badanti di tutte le altre nazioni", 140.526. Per tutti gli altri (domande del 21 dicembre), 120.676.

Sono quasi 300.000 le domande già inviate agli sportelli unici per l’immigrazione delle prefetture per i pareri di competenza.

L’operazione ha permesso un risparmio medio di 131 giorni/lavoro rispetto alle precedenti esperienze dei flussi.

Il sistema informatico del ministero dell’Interno alle ore 15.00 del 24 dicembre aveva ricevuto con successo complessivamente 120.676 domande di assunzione (invio del 21 dicembre) di lavoratori extracomunitari: 64.304 sono state quelle inviate da singoli cittadini, 56.372 quelle inviate da patronati e associazioni.

Con il terzo e ultimo click day non si chiude la possibilità per i datori di lavoro di inoltrare le richieste di nulla osta. Le domande, infatti, potranno essere inviate al Viminale fino al 31 maggio 2008.

Sul sito www.interno.it è possibile consultare le tabelle relative alla ripartizione provinciale delle domande pervenute con successo il 21 dicembre 2007, più tutto il materiale esplicativo sulla procedura.
Ricordiamo agli utenti interessati che per inviare le domande di assunzione è indispensabile essere connessi alla rete internet.

Alcune raccomandazioni sul click day del 21 dicembre

I tempi di attesa per la conferma della corretta ricezione della domanda possono variare. L’invio della domanda on line richiede tempi, infatti, che possono protrarsi anche oltre l’ora.
Il Viminale, quindi, raccomanda: di rimanere connessi a internet fino alla conferma definitiva della ricezione della domanda da parte del sistema che avverrà quando sarà visualizzato il messaggio “Il modulo informatico è stato inviato con successo”.
Durante l’attesa non bisogna compiere azioni sul programma.
L’attesa, inoltre, non pregiudica in alcun modo la buona riuscita della ricezione.

Il decreto flussi 2007 è stato gestito quest’anno anche in collaborazione con associazioni - datoriali e non - e patronati che, in base a protocolli sottoscritti con il Viminale, hanno dato assistenza a quanti in questi giorni si sono rivolti a loro per compilare la domanda di assunzione di un lavoratore extracomunitario non stagionale.
Il Viminale ribadisce che non esiste nessuna corsia preferenziale per l’invio delle domande: tutte concorrono allo stesso modo sia che vengano inviate da patronati e associazioni, sia da singoli cittadini. Il sistema, comunque, è stato predisposto per ricevere una domanda alla volta.

La mancata visualizzazione della domanda inviata con successo non costituisce un problema perché - dal momento della conferma attraverso la visualizzazione del messaggio “Il modulo informatico è stato inviato con successo”- la domanda è incanalata nel sistema.

Ciò che conta è l’e-mail di conferma che verrà spedita sulla casella di posta indicata nella registrazione, dopo 24 ore.