Home  |  Sala Stampa  |  Notizie  |  Decreto flussi 2007, pubblicate le tabelle per la ripartizione territoriale delle quote

Notizie

Immigrazione

03.12.2007

Decreto flussi 2007, pubblicate le tabelle per la ripartizione territoriale delle quote

Lo ha reso noto il ministero della Solidarietà sociale con la circolare del N. 1 del 30.11.2007

Il ministero della Solidarietà Sociale-Direzione Generale dell'Immigrazione ha pubblicato la circolare n. 1/2007 - comprese le tabelle per la ripartizione territoriale delle quote - relativa all'attuazione del D.P.C.M. 30 novembre 2007 sulla programmazione dei flussi di ingresso dei lavoratori extracomunitari non stagionali nel territorio dello Stato per l’anno 2007.


Negli allegati alla circolare sono presenti le tabelle con le quote distinte per categoria:


Il ministero della Solidarietà Sociale ricorda che le richieste di nulla osta al lavoro devono essere inviate agli sportelli unici per l’immigrazione: 
 

  • a decorrere dalle ore 8.00 del 15.12.2007: per l’assunzione – in qualsiasi settore di impiego – di lavoratori extracomunitari appartenenti alle cosiddette “nazionalità riservatarie” di cui all’articolo 2 del decreto;
  • a decorrere dalle ore 8.00 del 18.12.2007: per l’assunzione – nel settore del lavoro domestico e di assistenza alla persona – di lavoratori extracomunitari appartenenti alle cosiddette “altre nazionalità” di cui all’articolo 3 del decreto;
  • a decorrere dalle ore 8.00 del 21.12.2007: per l’assunzione – nei restanti settori produttivi – di lavoratori extracomunitari appartenenti alle cosiddette “altre nazionalità”; per la conversione dei permessi di soggiorno di cittadini extracomunitari appartenenti alle cosiddette 'nazionalità riservatarie' ed alle cosiddette “altre nazionalità”; per l’assunzione di lavoratori extracomunitari appartenenti alle cosiddette “nazionalità riservatarie” ed alle cosiddette “altre nazionalità” che hanno concluso programmi di istruzione e formazione nei Paesi di origine ai sensi dell’articolo 23 del testo unico sull’immigrazione.



Indipendentemente dal differimento dei tempi di attuazione previsti dalla procedura di presentazione delle varie tipologie di richieste agli sportelli unici per l’immigrazione, il decreto ha durata di 6 mesi a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.