Home  |  Sala Stampa  |  Notizie  |  Sicurezza stradale: in funzione su alcune strade italiane "Tutor" il nuovo strumento di controllo automatico della velocità messo a punto da Polizia Stradale e Autostrade d'Italia

Notizie

2005 - Sicurezza stradale

31.12.2005

Sicurezza stradale: in funzione su alcune strade italiane "Tutor" il nuovo strumento di controllo automatico della velocità messo a punto da Polizia Stradale e Autostrade d'Italia



Si chiama Tutor ed è il nuovo "controllore" di velocità, utilizzato sulle strade a partire dal 23 dicembre 2005. A Natale sono  stati più di 10 milioni i veicoli in viaggio sulle autostrade italiane e per tutelare la loro incolumità è stato messo a punto da "Autostrade per l'Italia S.p.A., in collaborazione con la polizia stradale, un sistema che misura, per la prima volta in Italia, la velocità media dei veicoli.

"Realizzato nel rispetto delle più severe norme sulla tutela della privacy e sicurezza informatica - ha detto Pasquale Piscitelli, direttore delle "Specialità" della Polizia di Stato - il controllo automatico della velocità solleva da tale compito le pattuglie della Stradale che possono così essere impiegate in altri servizi come: l'attività di soccorso, il rilevo di incidenti stradali, il controllo sul trasporto di merci pericolose e così via".

A partire dal 23 dicembre  2005 sono operativi otto  punti di rilevazione in quattro tratti autostradali dove cartelli speciali avvisano gli automobilisti dei controlli.

Le aree d'installazione del sistema sono state individuate in base al numero di incidenti, ha ribadito Piscitelli, e lo scopo è quello preventivo di creare un deterrente alle velocità più elevate. La velocità è infatti la causa di oltre il 60 per cento degli incidenti mortali sulla rete autostradale. Il sistema individua e punisce chi, spingendo sull'acceleratore per lunghi tratti, mette a repentaglio la vita degli altri. I dati relativi alle auto che hanno rispettato i limiti di velocità saranno immediatamente eliminati.

Per il 2006 è prevista l'installazione di ulteriori 50 siti di rilevamento della velocità media.