Home  |  Sala Stampa  |  Dalle Prefetture  |  Un incontro alla prefettura di Vibo Valentia sul problema dei danni provocati dai cinghiali

Dalle Prefetture

2012 - Calabria - Vibo Valentia

28.12.2012

Un incontro alla prefettura di Vibo Valentia sul problema dei danni provocati dai cinghiali



L'esame della presenza di cinghiali sul territorio provinciale, che determina notevoli danni alle colture ed alle attività aziendali, è stato al centro di una riunione presieduta dal prefetto di Vibo Valentia Michele di Bari presso la sala consiliare del Comune di Maierato, che ha accolto la richiesta di una delegazione di operatori agricoli di Maierato.

Alla riunione erano presenti il sub commissario della provincia di Vibo Valentia Luigi Pontuale, accompagnato dal dirigente dell'ente Comito, il sindaco di Maierato, il comandante e il vice comandante del Corpo Forestale dello Stato Lorenzo Lopez e Angelo Daraio, i rappresentanti del Parco delle Serre, degli ambiti territoriali della caccia, della confederazione Italiana Agricoltori, della Coldiretti, della Confagricoltura, dell'Unione Provinciale Agricoltori e dei rappresentanti delle aziende agricole di Maierato.

Si sono registrati numerosi interventi che hanno evidenziato i notevoli danni, anche di natura sanitaria e sociale oltre che economici, provocati dalla presenza sul territorio di un esagerato numero di cinghiali. Il commissario della provincia si è soffermato ad illustrare i dettagli del piano pluriennale di gestione, controllo del cinghiale e prevenzione dei danni causati dalla specie alle colture agricole in provincia di Vibo Valentia, avviato lo scorso 2 agosto 2012.

Il prefetto ha invitato le parti ad affrontare l'emergenza nella legalità, mediante un piano di prelievo 'ordinario', associato ad uno 'straordinario'.
Di Bari ha invitato gli agricoltori a dialogare con l'ente provincia, evidenziando le criticità rilevate e favorendo un percorso sinergico per debellare il fenomeno. Ha poi chiesto alla provincia di verificare le richieste di indennizzo presentate, quantificandone i danni.

La prefettura ha assicurato che una volta raccolti gli elementi convocherà una nuova riunione per fare il punto della situazione.