Home  |  Sala Stampa  |  Dalle Prefetture  |  Protocollo di legalità della prefettura di Forlì-Cesena con le associazioni di industria, commercio e artigianato e le organizzazioni sindacali

Dalle Prefetture

Emilia Romagna - Forlì-Cesena

17.11.2004

Protocollo di legalità della prefettura di Forlì-Cesena con le associazioni di industria, commercio e artigianato e le organizzazioni sindacali



SICUREZZA INTEGRATA E PARTECIPATA
- PROTOCOLLO DI LEGALITA' -

Premesso:
- che la sicurezza rappresenta per i cittadini un diritto primario ed un elemento connotante la qualità della vita riscontrabile in un dato ambito territoriale, alla cui base vi è la rete dei valori e dei servizi che contribuiscono a definire l'identità civica nella quale la comunità locale si riconosce;
- che in questa ottica il concetto di sicurezza non si identifica più con il tradizionale ambito della  prevenzione dei fenomeni criminosi, ma si estende alla interezza delle problematiche in grado di turbare la serenità della collettività locale;
- che la complessità delle questioni inerenti la sicurezza rende pertanto necessario favorire un approccio coordinato da parte di tutti i soggetti a vario titolo alle stesse territorialmente interessati;

Considerato:
- che lo sviluppo economico e sociale della provincia di Forlì-Cesena non debba essere condizionato ed ostacolato dai fattori negativi riscontrabili;
- che il contributo offerto dalle forze economiche e sociali territoriali allo scopo di elevare i livelli complessivi di tranquillità appare di particolare rilievo in vista del raggiungimento di una sicurezza sempre più integrata e partecipata;
- che il Ministero dell'Interno e per esso la Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo di Forlì-Cesena, consapevole del proprio ruolo istituzionale, è impegnato a cogliere le nuove istanze di sicurezza provenienti dalla società civile con l'adeguamento  costante delle strategie, delle metodologie operative e con il consolidamento della cooperazione con tutti gli attori territorialmente coinvolti;
- che i Protocolli di legalità rappresentano un nuovo modello operativo che, prendendo atto della richiamata complessità del concetto di sicurezza, favorisce la migliore collaborazione fra detti attori, operando ciascuno per la parte di propria competenza nella piena consapevolezza dei rispettivi ruoli;

Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo, CGIL, CISL, UIL, Associazione Industriali, Associazione Piccole e Medie Industrie, Confcommercio Forlì-Cesena, Confesercenti Forlì, Confesercenti Cesena, Confartigianato Forlì, Confartigianato Cesena, C.N.A.(Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa) Associazione Provinciale di Forlì-Cesena;

C O N V E N G O N O

- di sottoscrivere un Protocollo di legalità finalizzato, nel rispetto dei ruoli dei soggetti sottoscrittori e per l'attuazione di politiche integrate e coordinate di governo della sicurezza, alla realizzazione di progetti per la prevenzione, per il miglioramento delle condizioni di coscienza civile e di sicurezza dei cittadini e per il rafforzamento di una fattiva collaborazione nel contrasto della delittuosità;
e di impegnarsi a:
- favorire, attraverso lo svolgimento di mirate iniziative, l'attivazione di ogni misura tendente a rafforzare le condizioni di legalità e sicurezza secondo gli indirizzi innanzi indicati;

- la Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo in particolare, da parte sua, a:

* realizzare la massima integrazione possibile tra l'operato delle Forze dell'Ordine e quello degli altri soggetti interessati rivolta al contrasto delle manifestazioni criminogene più frequentemente riscontrate in provincia, oltre che segnatamente degli illeciti inerenti la materia del lavoro;
* incrementare la prossimità degli operatori della sicurezza sul territorio e della loro visibilità ai fini di deterrenza;
* prevenire e contenere il fenomeno dell'incidentalità stradale;

- le Associazioni e Confederazioni firmatarie in particolare, da parte loro,  a:

* favorire e promuovere nel rispetto delle normative vigenti ed in conformità a quanto nello specifico previsto dallo Statuto dei Lavoratori le une, azioni (realizzazione di sistemi di videosorveglianza, attivazione di più efficaci misure di difesa passiva, impiego congiunto di guardie giurate, formazione del personale) utili ad integrare il sistema di sicurezza realizzato in ambito provinciale dalla Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo e costantemente ridefinito in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica;
* promuovere, le altre, nella loro autonomia, unitamente alle Associazioni l'adozione di iniziative che, nell'ambito della ricerca delle soluzioni nei conflitti sociali, ne prevengano i danni favorendo lo sviluppo della coesione sociale;
* segnalare eventuali fenomeni illegali e fermenti criminosi rilevati attraverso i propri qualificati sensori, promuovendo campagne di educazione  alla  legalità;
* collaborare nello sviluppo di adeguate azioni di comunicazione alla cittadinanza ed agli organi di informazione sullo stato della sicurezza nel bacino d'interesse, così da evitare una eccessiva divaricazione tra la sicurezza sussistente e quella percepita dalla collettività provinciale;
partecipare a concertate iniziative pubbliche sulla sicurezza;
*  diffondere all'interno delle realtà produttive considerate l'informazione sullo stato complessivo della sicurezza, facendo pervenire al Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica  le proprie valutazioni al riguardo nell'ambito di appositi incontri che la Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo convocherà su richiesta delle stesse (e in ogni caso almeno due volte all'anno),  anche in vista della convocazione annuale di una Conferenza sullo stato della sicurezza e legalità in ambito provinciale.

Il presente Protocollo è valido fino al 31 dicembre 2005, impegnandosi le parti firmatarie ad incontrarsi sei mesi prima della scadenza per discuterne l'eventuale rinnovo.

Prefettura - U.T.G. di Forlì-Cesena     __________________________
Associazione degli Industriali della Provincia
di Forlì-Cesena         __________________________
A.P.I.-Associazione Piccole e Medie Industrie
di Forlì-Cesena            __________________________
Confcommercio Forlì-Cesena       __________________________
Confesercenti Forlì        __________________________
Confesercenti Cesena        __________________________
Confartigianato Forlì        __________________________
Confartigianato Cesena        __________________________
C.N.A.Associazione Prov.le di Forlì-Cesena     __________________________
C.G.I.L. - Forlì         __________________________
C.G.I.L. - Cesena         __________________________
C.I.S.L.- Forlì- Cesena        __________________________
C.S.P.U.I.L. - Forlì                  __________________________
C.S..P. U.I.L. Cesena        __________________________

Forlì, ______________