Home  |  Sala Stampa  |  Dalle Prefetture  |  Capodanno a Roma: definite in prefettura le misure di sicurezza

Dalle Prefetture

2010 - Lazio - Roma

30.12.2010

Capodanno a Roma: definite in prefettura le misure di sicurezza

Per l’evento clou, il concerto di Claudio Baglioni, metropolitana aperta fino alle 2.30 e navette speciali

Coordinare e definire le misure di sicurezza in vista degli eventi organizzati per capodanno nella Capitale. E’ il fine della riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è svolta ieri nella prefettura di Roma.

Per il concerto di Claudio Baglioni, che si svolgerà in via dei Fori Imperiali dalle ore 22 del 31 dicembre, la metropolitana sarà attiva sino alle 2.30 e nove navette speciali garantiranno anche il servizio sostitutivo di Metro A e B. Le navette partiranno da via di San Gregorio e ritorno, con percorsi che raggiungeranno Nomentana, Prenestina, Casilina, Magliana, Cassia, Eur, Boccea, Tiburtina e Tuscolana ed opereranno sino alle ore 5 del 1°gennaio.

Il dettaglio dei percorsi e gli orari potranno essere consultati sul sito Internet www.agenziamobilita.roma.it oppure telefonando al n. 06/57003

Per le operazioni di allestimento del palco, dalle 9 di venerdì mattina scatterà la chiusura al traffico di via Cavour, da largo Venosta a largo Corrado Ricci, mentre dalle 13 sarà chiusura via dei Fori Imperiali da piazza del Colosseo a piazza Venezia. Entrambe le strade riapriranno alla circolazione nel pomeriggio di sabato. Nel corso delle ore di chiusura saranno deviate dodici linee bus: 60 Express, 75, 84, 85, 87, 117, 175, 186, 271, 571, 810 e 850.

Altri eventi sono stati organizzati alla fiera di Roma – padiglione 11 ed al palazzo dei congressi dell’Eur. 

Tutti le manifestazioni saranno monitorate costantemente dalla sala operativa della questura di Roma e, per l’occasione, sarà attivato il centro per la gestione della sicurezza degli eventi che riunirà tutte le istituzioni preposte alla sicurezza per garantire l’efficace attuazione delle misure messe in atto e per fronteggiare le eventuali emergenze.