Home  |  Sala Stampa  |  Dalle Prefetture  |  A Palermo primo stage di formazione universitaria presso il Commissariato dello Stato per la Regione Siciliana

Dalle Prefetture

2005 - Sicilia - Palermo

07.12.2005

A Palermo primo stage di formazione universitaria presso il Commissariato dello Stato per la Regione Siciliana

Per gli studenti, possibilità di conoscenza diretta del mondo del lavoro

Primo stage per studenti universitari presso il  Commissariato dello Stato per la Regione Siciliana.

Nuove possibilità di crescita professionale per gli studenti iscritti alla lauree in Scienze della Comunicazione  della facoltà di Scienze della formazione di Palermo.

Carlo FanaraIl Prefetto Carlo Fanara e la preside della Facoltà Patrizia Lendinara, hanno firmato questa mattina una convenzione per dare il via a stage-tirocinio di formazione e orientamento. Si tratta del primo caso in Sicilia di un progetto formativo di questo tipo, che prenderà il via presso il  Commissariato di Stato della Regione Sicilia.
Il progetto mira ad offrire agli studenti la conoscenza diretta, e non solo teorica, del mondo del lavoro già durante il loro percorso di studi, presso un'istituzione il cui obiettivo è analizzare l'impatto delle leggi emanate dagli organi legislativi sulla realtà economica e sociale della nostra regione.

Il tirocinio presso gli uffici del Commissariato durerà non meno di 2 mesi, anche non consecutivi, e coinvolgerà cinque studenti. "Il corso di laurea in Scienze della comunicazione è plasmato su un piano di studi che prevede molte materie giuridiche, economiche, politiche. Questa convenzione ha un taglio molto particolare, che risponde alle esigenze di formare, ad esempio, figure professionali di comunicatore pubblico, e si aggiunge alle altre convenzioni da tempo già bene avviate".

L'accordo di oggi crea un aggancio forte sul territorio e rappresenta una possibilità per entrare nel mercato del lavoro. "Il nostro è un osservatorio privilegiato-dice il prefetto Fanara - sulla realtà della Sicilia e della sua attività legislativa. Qui da noi i ragazzi, inoltre, avranno molti contatti con tutti quegli enti che sono interessati alle leggi della nostra Regione, oltre ad acquisire conoscenze comunicative dal punto di vista proprio di un ente pubblico e istituzionale".