Home  |  Sala Stampa  |  Dalle Prefetture  |  Prefettura di Venezia, presentati i risultati delle attività 2010

Dalle Prefetture

2010 - Veneto - Venezia

30.12.2010

Prefettura di Venezia, presentati i risultati delle attività 2010

In una conferenza stampa sono stati illustrati i risultati della lotta alla criminalità. Diminuscono i reati predatori rispetto al 2009

Con una conferenza stampa tenuta questa mattina, sono stati illustrate le attività svolte nel  2010 dalla prefettura di Venezia e i risultati delle attività di contrasto ai reati svolte dalle Forze dell’ordine e dalle polizie locali.

«Ottimi risultati raggiunti grazie ad un’intenso lavoro» ha specificato il prefetto di Venezia Luciana Lamorgese, che evidenziano, al 15 dicembre scorso e rispetto al medesimo periodo del 2009, una forte riduzione dei reati nella provincia di Venezia (-6,7%), con un calo dei cosiddetti “reati predatori”, in primo luogo rapine (-21,9%) e furti (-6,3%). Anche nel comune capoluogo l’andamento dei reati ricalca quanto avvenuto nell’intera provincia, con una diminuzione del - 5,5% rispetto al 2009.

Il prefetto ha ricordato il Piano straordinario per la vigilanza estiva, con i numerosi servizi per il contrasto alla vendita di merce contraffatta, che hanno visto il coinvolgimento oltre che delle Forze dell’ordine, anche della polizia municipale e provinciale, i controlli straordinari in Via Piave a Mestre, il rafforzamento della vigilanza per le festività natalizie e la sottoscrizione del Protocollo per i videoallarme antirapina.
Lamorgese ha ricordato anche le diverse iniziative in corso, come i Protocollo di legalità con le Stazioni appaltanti e con la Confindustria per contrastare l’infiltrazioni negli appalti pubblici, il Protocollo Antiusura, per rafforzare il sostegno alle vittime ed alle associazioni e fondazioni antiusura, il Protocollo 'Mille Occhi sulle Città', che vedrà impegnate le guardie particolari giurate nella segnalazione alle Forze dell’ordine di episodi sospetti.

Da parte dello Sportello Unico per l’Immigrazione sono state completate le procedure di regolarizzazione di colf e badanti. Lamorgese ha anche ricordato l’esperienza dello Speciale Osservatorio sul Credito che ha rappresentato un importante punto di riferimento per il monitoraggio del credito e per l’incontro dei diversi attori economici a livello territoriale.

In qualità di commissario delegato per l’emergenza nomadi nel territorio della regione Veneto, il prefetto ha elencato gli interventi in fase di realizzazione per il superamento della fase emergenziale, con la realizzazione di diversi progetti presentati da comuni del Veneto nel cui territorio insistono campi nomadi autorizzati.

Sul versante poi della sicurezza sulle strade, la prefettura ha stipulato due Protocolli con le società che gestiscono le tratte autostradali nella provincia per una migliore gestione dei flussi di traffico e per l’intervento dei volontari di protezione civile in caso di criticità. 

Alla presentazione in prefettura hanno preso parte i vertici provinciale delle Forze dell’ordine e il comandante dei Vigili del fuoco.