Home  |  Sala Stampa  |  Speciali  |  Conferenza dei Prefetti 2013  |  Aperti dal capo di gabinetto Procaccini i lavori della conferenza dei prefetti 2013

Speciali

Conferenza dei Prefetti 2013

13.06.2013

Aperti dal capo di gabinetto Procaccini i lavori della conferenza dei prefetti 2013



nostro servizio

Prefetto Giuseppe ProcacciniUna conferenza innovativa e ricca di spunti di riflessione. Così l’ha definita il capo di Gabinetto del Viminale, Giuseppe Procaccini, che stamattina ha introdotto i lavori di questa due giorni alla Ssai che si prefigge di aprire un dibattito sulle questioni del Paese, portando elementi di interesse e riflessione.

Negli anni, ha ricordato Procaccini, il ruolo dei prefetti come rappresentanti del governo sul territorio ha assunto una connotazione di necessità oltre che di opportunità. I numeri d'altronde lo testimoniano chiaramente. Negli ultimi mesi, le 3.960 manifestazioni che dalla Puglia alla Campania fino al Nord-Est hanno avuto come sfondo il problema del lavoro possono aver creato talvolta problemi di ordine pubblico. 126.000 interventi dei Vigili del fuoco, oltre a quelli di contrasto agli incendi boschivi o sulla nave Concordia, fino ai soccorsi coordinati per 63.000 immigrati giunti in pochi mesi sulle nostre coste, sono tutte testimonianze di come le prefetture rappresentano delle ’stanze di compensazione’ sul territorio per le istanze dei cittadini, risolte con gli strumenti dell’ascolto, della pacatezza e della speranza.

Per questo, il ruolo del prefetto si è evoluto: dall’autoritarismo ad una maggiore autorità fino all’autorevolezza che caratterizza i nostri giorni. Una presenza costante, quella dei prefetti, in fatto di mediazione, legalità e garanzie dei diritti dei cittadini.