Home  |  Sala Stampa  |  Speciali  |  Conferenza dei Prefetti 2013  |  Prefetti 'sensori' delle esigenze territoriali per orientare l'azione di governo

Speciali

Conferenza dei Prefetti 2013

14.06.2013

Prefetti 'sensori' delle esigenze territoriali per orientare l'azione di governo

Il sottosegretario Manzione apre la seconda giornata della Conferenza alla SSai con la tavola rotonda su immigrazione e società multietnica, presenti i ministri Lorenzin e Kyenge

nostro servizio

Il sottosegretario Manzione presiede la tavola rotonda

«I prefetti possono considerarsi sensori delle esigenze del territorio per orientare l'azione di governo». In questa prospettiva il tema dell'integrazione multietnica va affrontato come tema sovranazionale, tenendo conto che «l'Italia è la porta d'Europa». Ha impostato così il sottosegretario Domenico Manzione la prima tavola rotonda della giornata conclusiva della Conferenza dei prefetti 2013 alla Scuola superiore dell'amministrazione dell'Interno.

Il punto è, ha proseguito Manzione introducendo gli interventi, valutare tutti gli aspetti dell'immigrazione alla luce dei principi ispiratori della Costituzione: solidarietà, diritti umani e civili.

Intervengono poi il presidente Giuliano Amato, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, il ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge, il garante per l'Infanzia e l'Adolescenza Vincenzo Spadafora e il professor Nicola Piepoli.